Trovare la “Stella”

 

Questa canzone la considero veramente stupenda! Richiama il bisogno naturale dell’umo di sperare che da qualche parte ci sia qualcosa di più grande di lui che lo protegga e lo accompagni nel corso della vita!

Io sono convinto che questo essere Trascendente sia Dio, ma in ogni caso auguro a tutti gli uomini e le donne, di trovare la propria “stella” che li aiuti ad andare avanti!

Veniamo ai vostri commenti:

Valentina:

Grazie Luca ma non ti dovevi far perdonare di nulla!! Che dire su questa poesia anzi per essere più esatti come l’ha definita Venditti stesso, poesia-preghiera è semplicemente meravigliosa, ti fa sperare e pensare che non siamo soli nei momenti di difficoltà, che c’è una stella per ognuno di noi, che veglia sul nostro cammino e ci guida…quindi quando guarderemo il cielo sappiamo che c’è qualcuno che ascolta i nostri cuori e desideri perchè ci ama e vuole solo il meglio per noi!!! Grazie Antonello, tu solo sai leggere l’anima delle persone che ti amano, cioè i tuoi fans e io continuo a vivere, a non arrendermi mai proprio attraverso le tue canzoni!!! Ciao Luca baci tvb

Irene:

bella bella bella!
davvero molto bella! rimanda a una speranza, a una fiducia …a volersi affidare in certo senso,non espressamente a Dio in questo caso…ma di fondo c’è questo qualcosa,che ci porta ad alzare gli occhi e a sperare per noi e i nostri cari…in un mondo che non vede e non si chiede nulla (anzi pretende solo).
…grazie!

Sara:

Ciao Luca!
bella questa canzone!
Secondo me segna il bisogno dell’uomo di avere qualcosa in cui credere, o meglio, in cui affidarsi. Questo qualcosa può essere Dio, ma non solo. Magari anche una persona cara che non c’è più. O una persona cara che c’è ma non è vicina a noi. Secondo me anche un sogno può proteggerci, perché ci da la forza di continuare, di credere in qualcosa. E in questo modo migliora la nostra vita.
ciao Luck! ti voglio bene!

Piera:

Credo che tutti abbiamo bisogno di credere che la su ci sia qualcuno che ci protegge e vigila su di noi. che sia un angelo che sia un parente non più tra noi, o perché no una stella che ci illumina il cammino e che ci impedisce di perderci in questo intricato mondo.
Ciaoooo Piera.

Approfitto di questa occasione per rendervi partecipi di un grande obbiettivo che ho raggiunto oggi:

Sono felice per aver finalmente concluso la prima stesura del mio libro! La settimana prossima sarà dedicata alle conclusioni e poi comincerò a lavorare per la versione definitiva!