Sentirsi in famiglia.

Ieri sera sono sceso a Cividate per la Messa in preparazione al Natale (bellissima omelia di don Giuseppe) e un momento di festa per scambiarci gli auguri con il gruppo del GVS.
Erano parecchi mesi che non andavo più, eppure anche se mi faccio vedere poco, ogni volta mi sento accolto e ben voluto.
Ricordavo ieri sera che il GVS rimane un riferimento costante e prezioso per me. Non dimenticherò mai il primo periodo in cui ho cominciato a farne parte, il gruppo mi è stato davvero di grande aiuto. A partire del mio professore di matematica delle medie che si lamentava perché il venerdì mattina ero mezzo addormentato in classe e per svariati motivi, negli anni, la mia assenza è un dato di fatto.
Anche se ahimè partecipo molto poco, ogni volta, mi sento in famiglia. Tanti amici, ma anche molti volti nuovi che non mi negano mai un sorriso, una battuta, una chiacchiera, mostrandosi felici per la mia presenza.
Grazie di cuore a tutti!
Proposto per il 2018: partecipare al GVS almeno un giovedì al mese.